giovedì 23 maggio 2013

Grammarnazi


So di ripetermi, ma è necessario.
So di andare controcorrente, ma è per una giusta causa.
So che in molti storceranno il naso, ma è il destino delle idee di rottura.

Sono sorretta dalle solide certezze della linguistica storica.

Sono la fiera detentrice di una copia della Grammatica Italiana di Luca Serianni (sempre sia lodato), edizione UTET, 30 cm di altezza per 7 di spessore. 
Sta in piedi da sola :°).

Così, io Vi invoco, Dei imperscrutabili, fiero accento acuto di perché, inattaccabile apostrofo di fa', dogma razionalista che sottende il ce n'è.


Aiutatemi in questa mia impresa titanica, in questa donchisciottesca lotta contro i mulini a vento dei parlanti approssimativi.

Femminicidio
è
una parola
SBAGLIATA.

Ve lo dimostro.

Uomo, latino HOMO --> OMICIDIO
Moglie, latino UXOR --> UXORICIDIO
Fratello, latino FRATREM --> FRATRICIDIO
(vi invito a cercare altri esempi)

Di conseguenza: Femmina, latino FOEMINAM --> FEMINICIDIO

Ci va una sola caxxo di emme.

E non venitemi a dire che sì, vabbè, ma l'importante è il significato della parola, con tutto il suo drappello etico-morale-giuridico-sociale, non si sta parlando di questo.
E' che detesto con tutta me stessa chi si inventa le parole senza rispettare la lingua che parla .

Quindi.
Tutti in coro, dopo di me: 
"Femminicidio è una parola sbagliata"
"Si dice Feminicidio, non Femminicidio".
Sto preparando le magliette, eh.

Magari non cambierà niente, magari sono solo pie illusioni, e i giornalisti e tutti gli altri appresso a loro continueranno a dire femminicidio qua femminicidio là, visto che ora va pure di moda, 'sta parola (il "tristemente" aggiungetelo a piacere), ma, nel mio piccolo, confido nel cambiamento dal basso.
E continuerò la mia strenua lotta a oltranza.
Ché sì, che vogliamo farci, sono un'inguaribile Grammarnazi ottimista.

19 commenti:

  1. Ciao Valeria :D Davvero bel blog...
    Ma non sarebbe meglio muliericidio? Se proprio si deve, perché in teoria omicidio è iperonimo. Però feminicidio da un punto di vista etimologico andrebbe detto anche delle galline :D
    Tanto c'è uxoricidio quindi non si dovrebbe creare confusione in un'eventuale interpretazione di mulier come moglie.
    E' una cosa a cui penso da mesi ormai, e tu capisci che un problema serio :/
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima! E' vero, anche secondo me basterebbe 'omicidio', la linguistica di genere l'ho sempre detestata cordialmente (in tuttà onestà, non capisco perché dobbiamo complicarci la vita... non che il mondo smetterà di essere fallocentrico per queste trovate :)). Per quanto riguarda la base 'mulier', in linea di principio hai ragione, ma probabilmente c'è un motivo semantico di fondo nella nascita del neologismo, ovvero il voler dare più peso al fattore 'biologico' dell'essere femmina, rispetto a quello di essere 'donna'. In sintesi, si so' inventati 'femminicidio' e non 'donnicidio'.
      Ciò detto, ribadisco: se proprio ne senti l'assoluto bisogno, almeno la nuova parola formala bene!! Mi basterebbe quella emme in meno per farmi dormire meglio, perché, come giustamente dici, sono problemi serissimi!! :PP
      Torna a trovarmi quando vuoi ;)

      Elimina
  2. Le parole sono importanti, soprattutto come si scrivono!! :-)
    Bello sapere che ci sono ancora in giro degli sparuti grammarnazi della lingua italiana, hai tutta la mia stima (io, amante della letteratura ma che in grammatica sono sempre stata un caprone avariato).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bì, ormai ci protegge il WWF!! :D :D

      Elimina
  3. Mi prenoto per la maglietta.

    RispondiElimina
  4. Anche io bado tanto a queste cose, ma sicuramente qualcosa mi sfugge sempre!
    Però alcune cose elementari sono davvero impossibili da sbagliare!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... si fa presto a dire "impossibili da sbagliare"... ho sentito (e letto) cose che voi umani... :)

      Elimina
    2. Se e per questo pure io o sentito è letto cose assurde! :)

      Moz-

      Elimina
    3. Queste esperienze prima ho poi c'è l'anno tutti! :P

      Elimina
  5. hahahahahaahah io ti amo mia cara! :)

    RispondiElimina
  6. Queste sono LEZIONI di vita e non di scrittura! Certo .. se gli errori della gente si riducessero a questi..
    Ogni giorno migliaia di H vengono ingiustamente private della loro vocale seguente, mentre altre H vengono insensatamente poste accanto a preposizioni e non solo. Per non parlare degli accenti...
    Valeria santa subito :D
    Un abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manuela, è una guerra faticosissima!!! Non si è mai abbastanza per combatterla!! :D :D

      Elimina
  7. Non fosse per questo post scriverei femminicidio pure io :D Grazie :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva!! La mia prima vittoria!! :D Ora va' e diffondi il Verbo...

      Elimina
  8. Ecco, adesso mi vergogno, non la sapevo questa cosa delle due 'm'. Buono a sapersi!
    La cosa peggiore, secondo me, rimane chi (sì, purtroppo ci sono..) coniuga il verbo avere senza 'h'. Lì vorrei morire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è niente da vergognarsi, tranquilla! Purtroppo questa parola è nata "sbagliata" e si sta diffondendo in questa forma anomala nella lingua dei giornali e dei telegiornali senza essere (ancora) entrata nei dizionari... e io faccio propaganda al contrario! :D :D
      Benvenuta da queste parti ;)
      ps: sì, le forme senza acca sono il male...

      Elimina