lunedì 17 febbraio 2014

Saturday Night Fever

Una vera donna in carriera lavora 40 ore a settimana più qualche straordinario pagato, programma le ferie con largo anticipo, ha lo smartphone sempre carico.
Una vera donna in carriera torna a casa la sera e ha ancora voglia di farvi una torta, di rassettare, stirare due cose, preparare il pranzo da portare in ufficio il giorno dopo.
Una vera donna in carriera prende un Danacol al giorno, va in palestra tre volte a settimana, non mangia fritto, il dolce solo quando è in vena di concedersi uno strappo alla regola.
Una vera donna in carriera sa come divertirsi, fa felice il suo uomo - che fa felice lei - il sabato sera esce e si dà alla pazza gioia, rientrando alle prime luci dell'alba con i cornetti caldi e il trucco leggermente sbavato.

La vera donna in carriera dista da me all'incirca 7 anni luce.

Lavoro precario, su e giù da un treno, ferie ahahahcosasono?, a casa mi accoglie la polvere e le croccole surgelate che andranno più che bene per cena, se ne avanzano me le porto domani in ufficio, in palestra ci vado, la bici la uso, ma tanto il mio metabolismo continua a fare l'orso yogi in letargo, il colesterolo dovrebbe essere più basso, alle 9 di sera sembro Sid il bradipo che la natura si vergogna di me.

Ma il sabato. Oh, il sabato.
Questo sabato, per dire.

Tony Manero chi?

Ok, forse ho un po' ecceduto, che c'ho n'età. Forse la combo pizza a pranzo-torta al cioccolato ricoperta di cioccolato-primo secondo contorno a cena-gelato di chiusura, il tutto annaffiato da abbondante vino fatto in casa, non è stata un'idea brillante.

Passata la mezzanotte, si accendono le luci della disco: crampi inenarrabili allo stomaco, conditi da dolori articolari diffusi e nausea da mare forza nove.
Ore 6:00: remake dell'Esorcista nel bagno, con tentativo sfiorato di collasso.
Ore 8:00: temperatura in crescita, mobilità ridotta, rantoli in lingue morte.
Ore 17:00: una mezza mela impavida si fa strada nelle fauci, forte del suo monito interiore 'la Tachipirina lo vuole!'
Ore 19:00: la tachipirina deusexmachina fa calare la temperatura da 38° a 37,6°. Grasse soddisfazioni.
Ore 21:00: crollo verticale dell'attenzione, mal di testa a livelli mai registrati, sonno tantissimo.

Vita vera molto rock 'n roll. Ma oggi va meglio, giuro. Solo non parlatemi di cibo, per carità.
Poi, si sa, sono una persona con un certo disprezzo del pericolo.
Quindi niente, vi saluto, vado a lavarmi i capelli.


33 commenti:

  1. Gimme that night fever, night fever.
    We know how to show it
    (I'll leave you never, baby, don't you know).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridatemi il completo bianco e il pavimento luminoso!!!

      Elimina
    2. regaliamoci uno Studio 54 !!!

      Elimina
  2. Ahaha, evvabbé Valeria, non sarà proprio rock, ma ogni tanto un lento può starci.
    E poi io trovo molto più rock il lavoro precario e la vita che si vive adesso... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, Moz, alti e bassi come sulle montagne russe!

      Elimina
  3. Pensala così Vale, la vera donna in carriera non esiste. E se esiste fa una vira di merda :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O tira di coca, delle due l'una! :)
      Un bacione!

      Elimina
  4. Ma esiste una donna così? Cioè secondo te esiste, davvero?
    Naaa.. siamo tutte, sono tutte, come te. Fidati.
    E buona guarigione, donna impavida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'essere un bel club fornito mi rincuora Emme_... grazie assai! :*

      Elimina
    2. Una simpatia trascinante....
      Come si possa così meticolosamente descrivere la pura fantasia hollywoodiana, nella dura realtà non è dato sapere, ma la nostra Valeria è stata magistrale..
      Da fare la sceneggiatrice in una pellcicola, altrochè la grande bellezza!!!
      Ciao amorevole!

      Elimina
    3. Nella, sei troppo buona!! Un bacione!

      Elimina
  5. Beh che dire, hai passato una domenica riposante... in vista della settimana lavorativa! Sei simpaticissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, Silvia, c'ho ancora i postumi! Benvenuta qui!!

      Elimina
  6. Vabbè, poi scopri blog come questi e vai a dormire felice.

    http://danaandtheworld.blogspot.it/

    Dana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura? Ma grazie! E benvenuta!! :)

      Elimina
  7. postumi della sbronza senza sbronza, ci vuole classe...più che rock and roll direi grunge...

    RispondiElimina
  8. Storie di vita vera ^^ e nonostante il "dramna" non perdi mai la tua simpatia contagiosa :)
    Buona settimana Valeria ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio, tocca sdrammatizzare!!! Buona settimana a te! :)

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. La febbre nei festivi non vale... è un'ingiustizia bella e buona!
    Specialmente il sabato sera...
    Spero che nel frattempo tu sia guarita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Marco! Facciamo una raccolta firme per vietare la malattia nel weekend!

      Elimina
  11. Come stai? Ti sei ripresa? Uff che noia l'influenza:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarita, Princi, è stato breve ma intenso! Un bacione!

      Elimina
  12. Fantastico questo post....
    spero tu stia meglio dopo la serata di stravizi...
    Quanto alla vera donna in carriera...
    Che dire... qualcosina io ce l'ho... tipo ho lo smatphone sempre carico...lavoro 38 ore a settimana e programmo le ferie con largo anticipo.. ecco.. basta così!!!
    Ma poi le donne in carriera sono noioseee!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, sottovoce te lo dico... lo penso anche io!!! ;)

      Elimina
  13. una vera donna in carriera...
    ognuno di noi questa cosa la vive in modo davvero diverso.
    prima o poi ne farò un post anche io :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio a pensare che la definizione (e lo stereotipo che ne deriva) sia veramente insufficiente a descrivere la realtà... Benvenuta qui!

      Elimina
  14. questo post ha vita.
    anche malata.
    ma la vita c'è e pulsa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patalice! Si va, come sulle montagne russe, un po' in alto un po' in basso...

      Elimina
  15. E' successo anche a me una volta... E ho 20 anni... Chi sta messa peggio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm ehm... Pacca sulla spalla per te! Però benvenuta! ;)

      Elimina