martedì 22 luglio 2014

Sono sette

Ti vengo a prendere a Termini, col motorino.
Intanto, mica facile salirci, scavalcando il bauletto, dall'alto del mio metro e cinquantotto.
Ma vabbè, caracollo, ci sei? Ci sono.

Sampietrini, sempre loro. Stravolti, sbreccati e slivellati. Sobbalzo.
Via Marsala, via Milazzo, viale dell'Università - ma quel ristorante da quando c'è? - la Sapienza - mo' c'è pure il parcheggio interno? - via De Lollis, il Verano che si spampina dopo il semaforo.
Sono le dieci e mezza di un venerdì sera qualunque e Roma non sa che la guardo con occhi sorridenti, accesa com'è nella sua afa, nei suoi turisti, nei rumori consueti e nuovi.
Come sempre, mi era mancata.

Metti poi un vino da finire.
Metti un letto da condividere.
Metti una prospettiva, grande quanto un borsone da 48 ore scarse.

Poche ore di sonno.
Tanta la voglia di rivederle, ci sono quasi tutte.

Sette, sono sette.

Con cinque condivido il dialetto e la destinazione delle vacanze di Natale e d'estate.
Con due i ricordi di aule universitarie e di aneddoti bislacchi, il punto di partenza di tre strade diverse.
Con quattro le mura di una casa da fuorisede, i primi passi da romana, la familiarità nel parlare pure della cacca.
Con due i banchi di scuola, la memoria quattordicenne, la tentazione di nasconderla, la certezza di riconoscersi sempre, vuoi o non vuoi, tali e quali.

Tre di loro hanno fidanzati o compagni, in quattro ne hanno avuti di importanti e hanno detto loro addio, quattro sono single e ce la fanno benissimo.
Due abitano da sole e hanno comprato casa, quattro la condividono con fratelli o sorelle, una convive e ha due cani. Una ha un gatto.
Tutte lavorano, incastrano impegni-persone-passatempi.

Queste femmine hanno la effe maiuscola.

Ho un velo posticcio attaccato a un cerchietto; trova posto anche lui, nel borsone risistemato per la ripartenza.
Fiumicino e già mi mancano, dannazione.

Ripenso che basta poco, basta niente e sembra quasi - quasi - come non essere mai andata via.
La verità è
che vorrei avervi più spesso, amiche mie.


30 commenti:

  1. Arrivare a Termini e andar via da Fiumicino? Avrei fatto il contrario.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non se becchi le giuste offerte trenitalia e alitalia! Ormai sono meglio di un tour operator... ;)

      Elimina
  2. Che figo ritrovare gli amici, hai ragione^^

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Quanto mi manca pure Termini. Sto messa male eh :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... in effetti... Ma sempre meglio di Tiburtina eh!

      Elimina
  4. Per mancarti termini non stai male. Deppiù.

    RispondiElimina
  5. Questo post mi mette un po di nostalgia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente quella che provo io, Marco... :)

      Elimina
  6. Che dolcezza...sarà che quando si parla di amicizie così belle, mi commuovo sempre *_*

    RispondiElimina
  7. le amiche , quando vere e di così vechia data son speciali...ma che malinconia poi "lasciarsi"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una rovina, ogni volta, Silvietta...

      Elimina
  8. che bello questo post intriso delle tue emozioni e dei tuoi ricordi.
    Ma.. il velo? Ho capito male?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no... hai capito benissimo! ;)

      Elimina
  9. Risposte
    1. Nostalgia canaglia (parafrasando Albano e Romina...)

      Elimina
  10. ...un post intimo, sentito vicino al tuo cuore, alle tue abitudini, a ciò che sei stata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle radici lì sono ben salde, non c'è niente da fare...

      Elimina
  11. Giusto ieri ero proprio a Termini, di ritorno dai miei viaggi... e ho fatto proprio quel percorso, almeno l'inizio... ;)

    Ciao Vale, molto bello il tuo post, come sempre, e molto "tuoi" i ricordi che ti ringrazio di aver condiviso con noi con la tua solita delicatezza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio, sono certa che tu comprendi bene questi pensieri da viaggiatore...
      un abbraccio!

      Elimina
  12. Che dolce Vale :-) quando le emozioni prendono il sopravvento eh??:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh beh sì, sotto questa scorza dura (?) batte un cuore di panna :D :D

      Elimina
  13. Risposte
    1. E bei momenti da mettere in memoria :)

      Elimina
  14. Le mie 'amiche così' sono due. Ma davvero, è così bello da essere inspiegabile, anche dopo 15 anni... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono alchimie senza spiegazioni, tesori preziosi da custodire e nutrire, al di là di ogni distanza...

      Elimina